Muri🏗🏗🏗🏗🏗🏗🏗

Il muro è duro, immobile, rimane fermo. È gelido, ti respinge. È l’esclusione. I muri gridano l’estraneità. Hanno nelle loro fessurazioni un urlo di disumanità: “Tu fuori!”. Forse per questo, la mia generazione, quando vide crollare un muro, sventolò un sogno: che fosse stata strappata per sempre la bandiera della disumanità?E dove vorresti trovare i credenti? Tra quelli che alzano muri, o tra quelli che gettano ponti? Difficilmente resistiamo al fascino di un ponte: è il superamento della voragine della distanza, congiunge ciò che sembrava incongiungibile, permette esplorazioni di altre terre. Le sue arcate sono sfida nel cielo, splendono come la vera sfida dell’umanità. Beati i costruttori di ponti. Ad ogni livello. Congiungono, senza confondere. I ponti non mischiano le terre, mettono in comunicazione le ricchezze.

Preghiamo che Dio ci illumini. Che ci aiuti a realizzare, pazientemente, tenacemente, il suo sogno. Sulla terra….Don Angelo Casati …omelia 4 febbraio 2017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...